icon-user

Nel corso di una spensierata vacanza sul Mar Rosso nel luglio del 2011 mi ustionavo un dito del piede destro, leggermente ad artiglio a causa della neuropatia diabetica. Il dito dopo pochi giorni ha cominciato a scurirsi, ma anche per assenza di dolore non me ne sono curato continuando la vacanza. Al rientro facevo vedere il piede al mio podologo di fiducia il quale mi indirizzava subito al centro del piede diabetico di Sesto S.Giovanni, di cui ignoravo l’esistenza. Avuto velocemente un appuntamento col dott. Clerici dopo la visita mi sono sentito dire :spero di salvarle non solo il dito ma anche il piede….da li la vita ha preso un significato diverso, le paure, l’angoscia mia e di mia moglie, le cure il gambale i due interventi i sei mesi di alti e bassi la paura di essere invalido a 56 anni, poi per fortuna e soprattutto la bravura e la professionalita del dott.Clerici e dei suoi collaboratori mi hanno salvato sia il piede sia il dito. Ora dopo tre anni, usando alcuni accorgimenti tipo plantari su misura e scarpe apposite, peraltro piuttosto belle ,attenzione alla dieta per tenere la glicemia sotto controllo ,al movimento e all’insulina ,conduco una vita del tutto normale e soddisfacente sia nel lavoro che negli svaghi .Aggiungo che sono stati fondamentali anche l’aiuto e le attenzioni di mia moglie, infatti il coinvolgimento dei familiari in queste patologie è fondamentale. CARLO L (MILANO)